La grotta di s. Filippa

La grota di S. Filippa anticamente era dedicata a San Nicola. Un luogo sacro, testimonia la presenza in questi luoghi di Santi Anacoreti che a partire dal III – IV secolo popolarono le montagne di tutta la Provincia “Valeria”, quindi anche quelle del Cicolano.

Un percorso di montagna (1200 metri) conduce al Santuario Rupestre della “Grotta di Santa Filippa”, luogo del suo eremitaggio che si trova sopra Borgo San Pietro. Fino oggi, le suore di Santa Filippa dicono, che di là si trova il primo monastero della sua fondatrice. Il percorso si snoda su un bell sentiero naturale lontano dal turismo di massa. A piedi, a cavallo o in mountain bike si procede verso luoghi circondati dal verde degli alberi e l’azzurro delle acque del Lago del Salto, connubio tra religiosità ed ambiente per riaffermare la filosofia francescana. Prima di arrivare alla grotta possiamo ammirare un bel panorama del Cicolano. Il 9 agosto 2016 questo luogo ha visitato anche il papa Francesco.

Il cammino rivive idealmente il percorso umano e spirituale fatto da Santa Filippa.
La Grotta della Santa, incavata nella roccia, è costituita da un ingresso naturale principale e da un ingresso laterale; la zona antistante l’ingresso principale costituisce l’area presbiteriale dove si trova un piccolo altare in marmo. La statua di santa Filippa accanto dell’entrata in grotta ricorda a tutti i pellegrini l’importanza della preghiera.

Ogni anno alla fine dell’agosto viene organizzato un pellegrinaggio a piedi alla Grotta, sulle orme di Santa del Cicolano.